Ricerca interiore

foto

Andare oltre

Che cosa sono queste poche righe? Sono semplicemente uno sguardo dietro di me. Una storia, una favola per adulti, per coloro che desiderano cercare dentro se stessi le risposte. Desiderano andare oltre le apparenze, i dati di fatto, il conosciuto, lo sconosciuto, le energie, il potere. Non sono parole, non sono concetti, non sono archetipi, tuttavia, qualora restino in voi solo come memoria e teoria, essi lo diventeranno.

Ognuno di noi ha un suo percorso personale, non ci sono intermediari o forme di delega. Sbaglieremo, cadremo, correremo e saremo felici, scontenti, arrabbiati, amabili, violenti. Saremo noi con i nostri tabù e vizi. Saremo ciò che coltiveremo dentro e per questo motivo tutto ciò che passa attraverso i sensi è molto importante. Tutto ciò che entra nella mente è molto importante, per questo motivo curate lo studio e ciò che leggete e guardate, in quanto ci sono "alimenti" che possono uccidere la vostra coscienza.

Non esistono solo le droghe o le tecniche per sballare, esistono anche le abitudini. Ricordate che non state andando da nessuna parte, il tempo è una illusione, lo spazio una doppia illusione. Non sarà neppure andando in qualche remoto luogo della Terra che troverete pace, conoscenza e ispirazione. Tutto ciò di cui avete bisogno è qui e ora, dentro di voi. Dovete solo andare oltre e, per farlo, dovete conoscere voi stessi al di là delle apparenze.

Quando guardo il cielo stellato vedo riflesso il mondo che ai miei sensi è invisibile, eppure è lì a guardarmi e a guidare la mia vita. L'aldilà è più vicino di quanto penso, ma non è quello che la mia mente crede essere. Posso immaginare mille cose, ma alla fine sono solo simboli e archetipi di qualcosa ben diverso. Se voglio comprendere cosa sia devo imparare ad aprirmi alla percezione usando la volontà.

Andare oltre causa una grande paura. C'è un andare oltre che tutti dovremo affrontare inevitabilmente, la morte. La paura di morire nasce da diversi motivi: la paura che ci sia qualcosa dopo, la paura di non esistere, la paura di soffrire. Tuttavia tutte queste paura racchiudono una unica motivazione: nessuno si è preparato alla morte. Tutti hanno aspettato la fine pensando di protrarla in modo indefinito. I giovani credono di avere tempo, eppure niente è garantito, la morte potrebbe essere dietro all'angolo, domani oppure anche oggi. Prepararsi significa iniziare ora, non domani. Su come prapararsi dipende dalla storia del singolo. Ecco perché la ricerca interiore, come la intendo io, è importante.

Ultimi spunti:

  1. il vissuto non è memoria, la mente e l'io ricordano e studiano la teoria, il vissuto è eterno presente in un "qui e ora" in espansione;
  2. è l'attraversamento che determina il cambiamento e accade in un istante, il divenire è il ricordo di cambiamenti di cui non si percepiscono più gli elementi;
  3. l'illusione è il ricordo di qualcosa che riteniamo non esistere più, in realtà, esiste ancora, ma abbiamo perso appunto la sua essenza;
  4. l'invisibile è la natura in cui siamo immersi e di cui siamo parte e creazione, ma non è la spiritualità, è solo la parte più visibile di essa.


Copyright © 2000 - 2021 noguide.it Privacy
logo

Informativa sulla privacy e la navigazione

Questo sito fa uso di cookie per le preferenze e le statistiche, non viene effettuato nessun tipo di profilazione, come spiegato nelle nostre policy. Continuando a visitare il sito autorizzi al loro uso, altrimenti devi andare nella pagina privacy e configurazione per cambiare le tue opzioni.

Inoltre, visti i contenuti, ti rammentiamo e ti consigliamo di visitare questo sito solo se sei maggiorenne o, se adolescente, in presenza di un adulto.